Area Pavimenti
X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Questa stanza non ha più pareti

Lo ammettiamo, non è più una novità: ormai gli spazi all'aria aperta godono della stessa attenzione che si dà agli interni, sia nell'ambito domestico che - forse più inaspettatamente - nei contesti quali uffici e spazi commerciali. 

Un'area esterna vivibile e confortevole, infatti, non viene apprezzata solo come completamento della casa ma può diventare la cornice per un momento di pausa sul posto di lavoro, oltre ovviamente al gradevole luogo per un pranzo o una cena all'aperto nella bella stagione.

 

Si intuisce subito che esistano molteplici modi di interpretare l'idea di spazio aperto: ci sono dunque molte soluzioni possibili e Area Pavimenti le ha riunite sotto il nome evocativo de "il Giardino delle Meraviglie". Scoprite insieme a noi come trovare il vostro decking ideale.

 

 

 

 

 

Perchè utilizzare un decking?

Le ragiorni sono svariate, ma la principale è sicuramente di natura estetica: uno spazio aperto pavimentato con un decking risulta molto più accogliente che una semplice spianata di cemento... rispetto a soluzioni come la ceramica e la pietra, poi, il legno offre un confort maggiore, sia al camminamento che in termini di riscaldamento al sole - un fattore da non sottovalutare. 

 

 

Teak, Ipé, Bambù: che differenze ci sono tra le specie legnose?

 

Non tutte le specie sono adatte all'uso in esterno: certe essenze, come le conifere, per resistere all'aperto vengono trattate con autoclave o sostanze protettive, ma spesso tali accorgimenti non sono garanzia di durabilità. I legni esotici sono quelli più affidabili, perchè essendo molto densi (anche 950 kg/metro cubo) assorbono pochissima umidità e non marciscono. Attenzione, però: anche questi legni, più o meno evidentemente, subiscono l'azione della temperatura, dell'umidità e dei cicli stagionali e possono muoversi, deformarsi, gonfiarsi leggermente oltre a perdere spontaneamente il colore che hanno subito dopo la posa: sono eventi consueti, normali e se non eccessivi tutti questi cambiamenti fanno parte del fascino della materia prima naturale!

Fatta questa premessa, si può aggiungere che l'Ipé ha un colore più caldo e uniforme una volta trattato, mentre il Teak è più chiaro, più giallo e con marcate venature marroni dal carattere riconoscibile. Attenzione a scegliere legnami certificati, molto difficili da trovare tra le essenze esotiche: Goldeck è realizzato in Ipé boliviano certificato CEFOR, mentre le proposte Soléo si basano sul Teak certificato FSC, frutto di una scelta responsabile e decisamente rara. L'alternativa potrebbe essere il Bambù: non si tratta di un legno ma della fibra di una pianta infestante, che offre una buona resistenza e un'apprezzabile resa estetica: Soléo Plus Bamboo viene realizzato senza abbattere alberi.

 

 Meglio un decking in legno o uno in sintetico/composito?

 

La tradizione è rappresentata sicuramente dal legno: nel Nord Europa lo si trova praticamente ovunque (ed è un indizio del fatto che, se trattato adeguatamente, un legno per esterni resiste egregiamente alle intemperie). E' ovvio, però, che la manutenzione diventa fondamentale per mantenere bella e sana questa pavimentazione: per questo noi di Area Pavimenti consigliamo di non usare vernici o impregnanti, ma i prodotti da esterno Woca. Gli Oli e saponi per esterno Woca sono naturali, certificati Bio, in diverse tonalità di colore e non richiedono carteggiatura. 

Chi teme che anche una mano d'olio un paio di volte l'anno possa essere un'attività troppo impegnativa può scegliere il composito, come il BPC (Bamboo-plastic-composite) di cui è fatto Patio. Questo materiale offre un vantaggio dal punto di vista ecologico (è certificato FSC e nessun albero viene abbattuto per realizzarlo), ma anche un apprezzabile aspetto pratico: non richiede manutenzione con vernici o oli, si pulisce facilmente e, in caso, i piccoli danni in superficie si possono cancellare con una semplice paglietta.

 

 

 

 

 

 

Che differenza c'è tra un decking in listoni e uno in piastre?

 

al di là di possibili varianti di materia prima, la principale differenza tra queste due tipologie è che il decking in listone viene installato con delle clip su magatelli di supporto: questo tipo di posa si rivela stabile, duraturo e professionale ma naturalmente incide di più sul prezzo finale ed è permanente. 

Un decking in piastre o quadrotte, invece, presenta moduli già assemblati che possono essere posati semplicemente incastrandoli l'uno con l'altro: è sufficiente disporre di un sottofondo compatto e privo di asperità. La posa è semplice e rapida (specialmente se non si ritiene di dover sagomare il perimetro dell'area) ed è possibile, ad esempio, rimuovere la pavimentazione per l'inverno o in qualsiasi altra evenienza. 

Le quadrotte hanno anche un altro vantaggio: permettono sicuramente una maggior variabilità di disegni e composizioni. Sia Soléo Modulo Randomico, totalmente in Teak, sia Goldeck, in Ipé con base in polipropilene, offrono molteplici configurazioni di posa: Soléo in particolare permette al progettista di creare in libertà molte configurazioni giocando con l'inseguirsi di linee casuali in moduli di differente lunghezza.

 

 

 

 

E per finire... un tocco di verde

 

Se dopo aver scelto il vostro Decking preferito vi siete resi conto che gli altri spazi esterni non sono all'altezza, potete rifinire qualsiasi area all'aperto con un tocco di verde. La serie Green è un assortimento di erba artificiale in diverse varianti, estremamente realistica nell'estetica - l'arricciatura e la doppia colorazione la rendono indistinguibile da quella vera - ma molto più pratica del tradizionale manto erboso: non serve irrigare, non serve tagliarla, si pulisce raccogliendo foglie e altro con un rastrello e ha un sottofondo drenante perfetto per terrazzi e aree pavimentate.

 

 

 

 

 

 

 

Insomma, il Giardino delle Meraviglie Area Pavimenti offre un ampio ventaglio di soluzioni: non vi resta che scegliere quella che più si adatta al vostro gusto, per iniziare a vivere subito il vostro spazio all'aria aperta.

Articoli relativi alla promozione
Goldeck, Patio Ecodecking, Woca, serie Green, Soléo